Ero ossessionata da questa città, come se non avessi potuto vivere un giorno ancora senza andarci.

 Era troppo per crederla vera;così complicata, immensa, insondabile. E così bella, vista da lontano: canyon d’ombra e di luce, scoppi di sole sulle facciate in cristallo, e il crepuscolo rosa che incorona i grattacieli come ombre senza sfondo drappeggiate su potenti abissi. (Jack Kerouac)

Ero ossessionata da questa città, come se non avessi potuto vivere un giorno ancora senza andarci.

Un esigenza vitale, come quando nel gioco della sedia tu non ti voglia trovare ad essere quella rimasta in piedi. Volevo andare a New York altrimenti non sarei stata una fotografa! E cosi ho fatto.

Erano pensieri distorti di gioventù.

NY 1997